COMUNICAZIONE

Comunicare significa proiettare l’immagine aziendale sul mercato

COMUNICAZIONE

Comunicare significa proiettare l’immagine aziendale sul mercato.

Comunicazione e Marketing

CREARE L’IMMAGINE AZIENDALE

L’immagine aziendale è l’opinione che il consumatore si  creato dell’azienda stessa. Al processo di comunicazione dell’immagine aziendale concorrono diversi fattori tra cui la pubblicità, il nome e il logo, i colori utilizzati e tutta la grafica aziendale in generale.

LA SCELTA DEL PRODOTTO

Molto spesso la scelta di un prodotto rispetto ad un altro equivalente viene influenzata dall’immagine che l’azienda ci trasmette e nella quale noi ci identifichiamo. Se, ad esempio, un’azienda si mostra green, eco-sostenibile, e attenta all’ambiente, allora è più facile che i clienti comprino il suo prodotto.

RUOLO DEL MARKETING

Il marketing ha la funzione di individuare e soddisfare i bisogni dei clienti attuali e potenziali. L’attività svolta dal marketing è legata alla comunicazione e alla capacità di ascolto dell’azienda che si traduce nella creazione di relazioni tra chi vende e chi acquista.

IL PROCESSO D’ACQUISTO

Le motivazioni d’acquisto dei beni di largo consumo sono spesso irrazionali, influenzate da componenti emotive, sociali e culturali. La comunicazione deve creare un’attrazione emozionale nei confronti del prodotto e fornire dati tangibili che consentano di dare anche una motivazione razionalizzare all’acquisto.

Comunicazione e Marketing

CREARE L’IMMAGINE AZIENDALE

L’immagine aziendale è l’opinione che il consumatore si  creato dell’azienda stessa. Al processo di comunicazione dell’immagine aziendale concorrono diversi fattori tra cui la pubblicità, il nome e il logo, i colori utilizzati e tutta la grafica aziendale in generale.

IL RUOLO DEL MARKETING

Il marketing ha la funzione di individuare e soddisfare i bisogni dei clienti attuali e potenziali. L’attività svolta dal marketing è legata alla comunicazione e alla capacità di ascolto dell’azienda che si traduce nella creazione di relazioni tra chi vende e chi acquista

LA SCELTA DEL PRODOTTO

Molto spesso la scelta di un prodotto rispetto ad un altro equivalente viene influenzata dall’immagine che l’azienda ci trasmette e nella quale noi ci identifichiamo. Se, ad esempio, un’azienda si mostra green, eco-sostenibile, e attenta all’ambiente, allora è più facile che i clienti comprino il suo prodotto.

IL PROCESSO ACQUISTO

Le motivazioni d’acquisto dei beni di largo consumo sono spesso irrazionali, influenzate da componenti emotive, sociali e culturali. La comunicazione deve creare un’attrazione emozionale nei confronti del prodotto e fornire dati tangibili che consentano di dare anche una motivazione razionalizzare all’acquisto..

Immagine Aziendale

IL VALORE DEL BRAND

Un’azienda deve trasmettere la propria immagine ed essere credibile e coerente con i propri valori. In altre parole deve costruire ciò che viene definito “Valore del Brand“. Questo si compone dei valori della marca, della sua riconoscibilità e rappresenta l’opinione che il consumatore ha dell’azienda.

LOGO E PAYOFF

Per creare un’immagine aziendale è necessario ideare un logo che abbia una simbologia forte e coerente con l’attività dell’impresa. Il logo deve avere una forma semplice, facile da memorizzare, solida ma non pesante. Anche il payoff è importante perché sintetizza la personalità dell’azienda.

LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITÀ

La pubblicità ha una duplice funzione: informativa e persuasiva. Ovvero deve stimolare i desideri e i bisogni da soddisfare. Alcuni dei bisogni dei consumatori sono in uno stato latente e quindi non ancora percepiti. La pubblicità deve aiutare i potenziali clienti a prenderne atto invogliando all’acquisto.

COMUNICARE ED EMOZIONARE

La pubblicità deve anche farci vedere il prodotto come qualcosa di adeguato a noi stessi e che ci rappresenti nei confronti degli altri. Anche in questo caso le componenti irrazionali giocano un ruolo fondamentale: la pubblicità deve innescare l’emozione che sarà l’oggetto del tuo prossimo acquisto.

Immagine Aziendale

IL VALORE DEL BRAND

Un’azienda deve trasmettere la propria immagine ed essere credibile e coerente con i propri valori. In altre parole deve costruire ciò che viene definito “Valore del Brand“. Questo si compone dei valori della marca, della sua riconoscibilità e rappresenta l’opinione che il consumatore ha dell’azienda.

LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITÀ

La pubblicità ha una duplice funzione: informativa e persuasiva. Ovvero deve stimolare i desideri e i bisogni da soddisfare. Alcuni dei bisogni dei consumatori sono in uno stato latente e quindi non ancora percepiti. La pubblicità deve aiutare i potenziali clienti a prenderne atto invogliando all’acquisto.

LOGO E PAYOFF

Per creare un’immagine aziendale è necessario ideare un logo che abbia una simbologia forte e coerente con l’attività dell’impresa. Il logo deve avere una forma semplice, facile da memorizzare, solida ma non pesante. Anche il payoff è importante perché sintetizza la personalità dell’azienda.

COMUNICARE ED EMOZIONARE

La pubblicità deve anche farci vedere il prodotto come qualcosa di adeguato a noi stessi e che ci rappresenti nei confronti degli altri. Anche in questo caso le componenti irrazionali giocano un ruolo fondamentale: la pubblicità deve innescare l’emozione che sarà l’oggetto del tuo prossimo acquisto.

Evoluzione rapporto impresa mercato

L’IMPRESA NEGLI ANNI ’80

  • Crescita economica: FORTE
  • Competizione: SUL PRODOTTO
  • Prezzo basato: SUL PRODOTTO
  • Copertura mercato: CASUALE
  • Orientamento: AL PRODOTTO

L’IMPRESA NEL 2000

  • Crescita economica: PIATTA
  • Competizione: SUL SERVIZIO
  • Prezzo basato: SUL VALORE PERCEPITO
  • Copertura mercato: SELETTIVA
  • Orientamento: AL CLIENTE

L’IMPRESA NEGLI ANNI ’90

  • Crescita economica: RIDOTTA
  • Competizione: SUL PREZZO
  • Prezzo basato: SULLA CONCORRENZA
  • Copertura mercato: MASSIMA
  • Orientamento: ALLA VENDITA

L’IMPRESA AI TEMPI DEI SOCIAL NETWORK

Oggi i social media permetto di conoscere sia le tendenze e i gusti dei consumatori, sia la reputazione dell’impresa. La comunicazione aziendale può quindi adattarsi alle necessità e creare relazioni con i propri clienti che permettano di capire e soddisfare i loro bisogni.

Evoluzione rapporto impresa mercato

L’IMPRESA NEGLI ANNI ’80

  • Crescita economica: FORTE
  • Competizione: SUL PRODOTTO
  • Prezzo basato: SUL PRODOTTO
  • Copertura mercato: CASUALE
  • Orientamento: AL PRODOTTO

L’IMPRESA NEGLI ANNI ’90

  • Crescita economica: RIDOTTA
  • Competizione: SUL PREZZO
  • Prezzo basato: SULLA CONCORRENZA
  • Copertura mercato: MASSIMA
  • Orientamento: ALLA VENDITA

L’IMPRESA NEL 2000

  • Crescita economica: PIATTA
  • Competizione: SUL SERVIZIO
  • Prezzo basato: SUL VALORE PERCEPITO
  • Copertura mercato: SELETTIVA
  • Orientamento: AL CLIENTE

L’IMPRESA AI TEMPI DEI SOCIAL NETWORK

Oggi i social media permetto di conoscere sia le tendenze e i gusti dei consumatori, sia la reputazione dell’impresa. La comunicazione aziendale può quindi adattarsi alle necessità e creare relazioni con i propri clienti che permettano di capire e soddisfare i loro bisogni.